La tecnologia wi-fi compie 20 anni

Quest’anno la tecnologia wifi compie venti anni, era il 30 settembre del 1999 e il mondo si connetteva per la prima volta senza fili.  

In questi anni il wifi ha permesso a privati ed aziende di essere sempre online, ha cambiato il modo di intendere internet, dopo quest’evento la connessione si è trasformata da qualcosa di periferico nelle nostre giornate a qualcosa di primario: oggi siamo sempre connessi attraverso i nostri smartphone che ci permettono di essere connessi sempre.

“Oggi, il Wi-Fi è una delle tecnologie di rete in più rapida crescita. Grazie a questa, Internet è accessibile anche in quei luoghi in cui non è possibile avere un’infrastruttura cablata, o dove i costi di tale investimento sono elevati”, queste le parole di Alberto Degradi, Enterprise Networking Leader Sud Europa di Cisco, azienda che fa parte della Wi-Fi Alliance.

In 20 anni si è compiuta sotto i nostri occhi una vera e propria rivoluzione, dal 1999 ad oggi la connessione senza fili ne ha fatta di strada, un percorso a tappe, proviamo a capirne di più e mettere in ordine quello che è successo in questi anni di connessione senza fili.

Le origini

Facciamo qualche passo indietro e arriviamo al 1971, quando l’Università delle Hawaii costruì un sistema di rete che pose le basi per la futura connessione wifi come la conosciamo adesso, da quel momento ebbe inizio lo sviluppo della rete. Al momento dell’invenzione si cercava un nome che catturasse l’attenzione delle persone e la sigla Wi-Fi sta per IEEE 802.11b. Wi-Fi è il marchio commerciale di questo protocollo, che venne introdotto per la prima volta nel 1997 e consentiva di raggiungere una velocità pari a 2 Mbps.

Nel 1999, il marchio commerciale Wi-Fi fece il suo debutto per il grande pubblico e nello stesso anno si iniziarono a comparire i primi computer portatili, unici dispositivi in grado di sfruttare la nuova tecnologia, per maggiori informazioni visita il sito www.pcassemblati.eu

Il Wifi s’impone nella quotidianità 

Nel 2009  si passa al Wi-Fi 4 che consente una velocità di trasmissione più elevata, arrivando ad una velocità pari a 450 Mbps, grazie a questa costante crescita sono stati possibili le successive fasi.

Tra il 2011 e il 2012, il Wi-Fi irrompe nella quotidianità di tutti, o quasi. Secondo alcuni studi in quegli anni un quarto delle famiglie del mondo ha accesso a questo tipo di connessione nelle propria case.

Nel 2013 si raggiunge la velocità di 1 Gbps e il wifi diventa sempre più uno strumento ritenuto necessario nella vita quotidiana, a dimostrazione di ciò un sondaggio dell’IDC del 2015 riporta che secondo gli intervistati, la connessione wifi è la seconda cosa a cui non potrebbero rinunciare nella propria vita (al primo posto c’è solo il cibo).

Nel 2019, invece, è stato l’anno del Wi-Fi 6 che permette una velocità di 5 Gbps, anche se è una funzione non ancora del tutto sfruttata perchè non tutti i dispositivi presenti sul mercato sono già compatibili.

Wifi anche in volo

Come abbiamo detto il wifi è considerato indispensabile nella vita quotidiana e in vista di questo anche le compagnie aeree, ovviamente non quelle low cost, si sono attrezzate per consentire l’accesso al Wi-Fi anche durante i voli. Una novità non troppo recente, infatti, già nel 2004 alcune compagnie su voli di linea consentivano ai propri clienti una connessione wireless per poter utilizzare i propri pc.